sabato 9 aprile 2016

La Lupadraga e Clory: fine

9. Buio

Buio. Buio fitto,   bello, profumato,
allietato dall'armonia   di argento,
peltro, platino,   perle, elettro.
I pioppi del Po   piangono
come fecero flebilmente   per Fetonte.
Dorme un drago---   una draghessa
sottoterra; sembra,   per sempre.
All'interno luminoso   della Lupadraga
dorme una donna,   Madonna Clory;
anche lei apparentemente   all'infinito.
È gravida, la giovane   guerriera,
porta in grembo una bimba,   Beastrix.
Ad esse scorre   nel sangue
un acido atavico,   ambiguo,
più antico del piccolo   pianeta.
Perfino la piccola   protegge nel ventre
un embrione, ebbro   di eternità,
lungo lungo,   con lineamenti di fata.