sabato 2 aprile 2016

La Lupadraga e Clory 8, 85-99

La Lupa allentò   i legami;
sul faccino di fata   le affiorò
un'espressione di estrema   empatia,
le zanne cozzarono   con strazio.
Clory cedette,   cessò di lottare.
Un decimo dopo,   dall'interno
del mostro metallico   emerse
una lama di luce,   che lo tagliò
come un cocomero   da consumare.
Luce lanciata   dalla lingua di Beastrix.
Fiamme. Furia.   Fragore.
La donna e la draghessa   diedero
di matto, con membra   martirizzate.
Il mostro di metallo   era morto.
Morta la mite   Mashiacah.

9. Buio (...)