lunedì 4 aprile 2016

Jack Kirby, il Nostradamus del fumetto


Come un'apparizione di spettri, la collana Spirit World creata dal re del fumetto Jack Kirby nel 1970 si fece a malapena vedere per un numero, poi scomparve. La serie era nata da una serie di brillanti idee di Kirby, ma venne realizzata male dall'editore e distribuita peggio, e morì immediatamente -- poi vatti a lamentare degli editori nostrani, se anche i Big della Mèrica fanno così!

Scopo della collana era raccontare a fumetti i tanti fenomeni del paranormale: fantasmi, reincarnazione, occultismo, poteri ESP, predizioni... il tutto in brevi storie autoconclusive, ogni volta accompagnate da un io narrante, il prof. Leopold Maas. Ma Kirby spazia a tutto campo e, anticipando X-Files, incrocia spesso i temi paranormali con la fantascienza: civiltà aliene, ufo, utopie e distopie, what-ifs, ecc. In più, si mette a rinnovare il genere non solo pubblicando fumetti in edizione deluxe che all'epoca non esistevano, ma anche inserendo nuove tecniche grafiche come il collage e il fotoromanzo; quest'ultimo, Kirby lo aveva scoperto proprio in Italia. Alcune storie sono particolarmente profetiche, ad esempio le ricerche sui turbamenti psicologici di massa nell'imminenza delle catastrofi (Kirby prende l'esempio dell'assassinio di John Kennedy; in tempi più recenti si è esaminato il fenomeno in relazione all'11 Settembre).

La società è descritta con grande realismo nelle sue sfaccettature di disagio di ogni tipo: sfruttamento dei lavoratori e delle risorse naturali, solitudine, violenza. L'epoca di Spirit World è la stessa di personaggi come Kamandi, e si ritrovano qui tantissime tematiche e scene tipiche dello stile di "The King". Tante anche le ricostruzioni di ambientazioni storiche, dai sumeri a oggi, tra documentazione e creatività. Il cartonato contiene inoltre le storie preparate per il n. 2 della rivista, che non uscì mai, ed è un doppio peccato perché erano ancora meglio delle storie del n. 1.

Jack Kirby, Spirit World, DC Comics - Lion - RW, 2012, s.n.p. (ma 108 pagine tra colore, bianco e nero, e monocromatiche), euro 14,95