sabato 27 febbraio 2016

La Lupadraga e Clory 7, 80-98

Si spogliò dietro il sipario   serpentino,
si rivestì del robusto   carapace.
La ragazza rimase   rapita in sé.
Candida, confortante,   Clory
aleggiò a mezz'aria,   e atterrò
davanti al drappello   dei devoti.
«Madre delle messi   a mezzogiorno»
la identificò chi intonava   l'inno,
«Madre, Madre,   morituri te salutant.
Madre, Madre,   maranathà.
Madre, manda   al mondo benedizioni.
Madre, monda   una madre peccatrice».
Di tra gli adoratori si alzò   un'adolescente
probabilmente prossima   al parto.
Si avvicinò alla   angelica figura.
Clory le carezzò   con calma il ventre,
e pronunciò: «Sii pura,   ora e sempre».
«Benedetta!» esclamò Beastrix   balzando
in piedi. «Aspetta un figlio   da un upyr».

8. Affastellarono (...)

venerdì 26 febbraio 2016

Onore al traduttore: il cav. Andrea Maffei


Trama: tre angeli si raccontano le loro "storie di donne" (umane). Due storie su tre sono finite male.

lunedì 22 febbraio 2016

Diario di un correttore di bozze: 20 febbraio 2016

Federazione italiana degli organismi senza dimora
"Vabbe' che i clochard sono ombre, ma chiamarli organismi..." commenta l'amica e collega Elena che ha segnalato questo refuso. È poi saltato fuori che si trattava della Federazione italiana degli organismi per le persone senza dimora.

Colpacci: un libro tutt'altro che miserabile


I miserabili di Victor Hugo nell'edizione illustrata da Renato Guttuso, pubblicato a fascicoli sul settimanale Tempo (o tempora o mores!) tra il 1965 e il '66. Un capolavoro dell'arte applicata alla letteratura. Immagini intense, ricche di dettagli ma potenti nell'insieme, profondamente sentite dall'autore. Graditissimo regalo della consorte per il compleanno.

La stessa gloriosa serie editoriale comprendeva anche il Don Chisciotte illustrato da Salvador Dalí - tra le sue realizzazioni migliori - e I promessi sposi con disegni di Giorgio De Chirico, che per l'occasione adottò uno stile minimalista, didascalico, ma più raffinato di quanto appaia a prima vista.

domenica 21 febbraio 2016

Luminosa immagine


Quest'illustrazione magnifica è opera di Eva "Nivalis70" del Magico Trio (sito personale qui e sito del Trio qui). È stata pubblicata a fine 2015 nell'antologia americana Emanations 2 + 2 = 5, International Authors.

sabato 20 febbraio 2016

La Lupadraga e Clory 7, 64-79

Ma la ragazza restò   senza rispondere,
con gli occhi socchiusi,   orecchiando
chissà cosa,   quasi non respirando.
«Madre della memoria   del mondo»
invocava l'inno   imperterrito.
«Madre delle messi   a mezzogiorno.
Madre del miracolo   dell'amore.
Madri, Madri,   mirate noi quaggiù.
Magnifiche, munifiche   Madri!»
«Ho paura» sospirò   piano Clory.
«Non devi» le disse   la draghessa.
«Cosa devo?» domandò   la donna.
«Raggiungili» rispose   il "rettile".
«E poi? Propongo   prodigi?»
«Oppure, offri   orecchie».
«Così come sono?» «Con la corazza».

Si spogliò (...)

lunedì 15 febbraio 2016

Confronto all'americana (in New England)



Rileggendo in simultanea il romanzo breve, o racconto lungo, Il caso di Charles Dexter Ward di Lovecraft (scritto nel 1927) in contemporanea con la versione a fumetti di I. N. J. Culbard (prima ed. 2012) ci si trova di fronte a un caso raro, ma non rarissimo: la traduzione o trasposizione è meglio dell'opera originale. Il libro già di per sé è tra i capolavori dello scrittore di Providence. Culbard, a sua volta, ha semplificato la trama il meno possibile, e nel farlo l'ha strutturata in modo più compatto, ha coordinato meglio i personaggi, ha dato loro un maggiore spessore psicologico, e ha aggiunto un paio di varianti che reggono meglio che nel romanzo. Chicca nella chicca, ha ricostruito il "messaggio misterioso" nel testo e nella grafia originale, nel latino dell'Alto Medioevo.

sabato 13 febbraio 2016

La Lupadraga e Clory 7, 46-63

Un pugno di persone   come paralizzate
contemplavano Clory   e compagne.
Avevano arnesi   da scavo, ma aria
non aggressiva; abiti   ambosessi.
«Serietà» consigliò   il serpente solare.
«Madri, Madri,   mandate pane!»
cantilenavano quelli,   chinandosi.
«Madri, Madri,   mandate acqua!»
Poi giù, genuflessi   sulla ghiaia.
«Non stanno scherzando»   sussurrò
Clory con una certa   confusione.
Poi dichiarò: «Dobbiamo   disilluderli».
«Madri, Madri,   mandate pace!»
«Disilluderli?» disse   la draghessa.
«O donare i doni   che domandano?»
«E come?» chiese   Clory.
«Non sei una strega?»   sibilò lei.
«Beastrix...» abbozzò   la bella madre.

Ma (...)

mercoledì 10 febbraio 2016

Epos

Veni e Ra
Aton spiritus
montes tuorum
visita
imple superna
gratia quem
tu creasti
Hectorem.

martedì 9 febbraio 2016

Diario di un correttore di bozze: 9 febbraio 2016

immigrati grevi
No, non l'ha scritto Salvini, anzi l'articolo sottolineava in positivo la presenza di tante comunità "storiche" di stranieri a Perugia, a cominciare dagli ortodossi greci.

sabato 6 febbraio 2016

La Lupadraga e Clory 7, 23-45

Un dì decollarono   in direzione iCity.
La decaduta Capitale   era diventata
nel giro di giorni   una gigantesca
cava di cemento   a cielo aperto:
l'ex-materiale edile  era in grado
di fornire fibre   flessibili grazie
a un processo provato   da Penisdragon
in altri anni   per tutt'altri fini.
Il trio atterrò   in testa
ai ruderi che restavano   della Radio.
Fattucchiera e figlia   si fecero
largo tra i lastroni,   alla fine
accovacciandosi a godersi   l'aria.
La Lupadraga   restò librata
di sopra, che pareva   un padiglione.
«Là! Là!   Eccole!» tuonò
qualcuno a circa   cento metri.
«Le Tre Madri,   tremende e soavi!»
«Due sole, a essere   esatti» tentò
di celiare Clory,   colta alla sprovvista;
si sentiva un sorcio   senza l'armatura.
«Magari menzionare   la Mashiacah
controbatté burlescamente   Beastrix.

Un pugno (...)

giovedì 4 febbraio 2016

Diario di un correttore di bozze: 4 febbraio 2016

. . . il Concilio di Vienna
per tradurre "Concilium Viennense" da un'opera di inizio Seicento, il De Homine di Tommaso Campanella. Si trattava in realtà del Concilio di Vienne, in Francia, tenutosi nel 1311-1312. In questo caso il traduttore (1960) era di elevatissimo livello e profondamente esperto in materia filosofica, ma sono le bucce di banana messe lì a tradimento da un testo quando allude alla veloce ad argomenti collaterali ultraspecifici.
In ogni caso, un Concilio è pur sempre un valzer di discussioni; e ai bravi vescovi partecipanti non sarebbe forse dispiaciuta l'ospitalità dell'Imperatore austriaco... se fosse esistito.

mercoledì 3 febbraio 2016

Commedia

L'Amor che move il sole
e l'altre stelle
fiera crudele e diversa
Amore condusse noi
per la piaggia diserta
sì che la tema
si volve in disìo
puro infino al primo giro.


The Love which moves the sun
and the other stars,
monster cruel and uncouth—
Love has conducted us
in the desert vast,
so that fear is turned into desire
pure as far as the first circle.