domenica 8 novembre 2015

La Lupadraga e Clory 4, 40-69

Alla Luminosa Lega   dei Legulei
continuavano a cercare   il covo
gremito di gioielli,   con più gusto,
passato il pericolo   del predatore.
Passarono la Pianura   Padana
al setaccio, sostenuti   dalla speranza
che le speciali sonde,   santocielo,
prima o poi prendessero   a produrre
dati sulla dislocazione   dell'oro.
Impresa impervia,   perché l'interessata
captava i pensieri   delle persone
che schieravano   scudi psichici
contro la comunicazione   di Corte,
facendone una fortezza   favolosa.
Non solo. Sfruttando   le distorsioni
dei livelli galattici,   la Lupadraga
riusciva a racchiudere   la rete sotterranea
in un cubo di cinque   centimetri.
Si parlò parecchio,   all'epoca
ma anche antecedentemente,   di avveniristici
gingilli giunti   con i Grigi
da quadranti del cosmo   non conosciuti,
e prendeva piede   l'ipotesi
che il mostro lo mandassero   i marziani.
Ottimo motivo   (non che mancassero)
per stabilire severe   norme di sicurezza.
L'ideologia islamo-cinese   imperante
non modificava molto   il Maccartismo.
E rieccoci riposati   per riprendere
il discorso sulla donna   e la draghessa.

5. Alternandosi (...)

N.B. dalla prossima settimana le puntate verranno anticipate al sabato.