domenica 1 novembre 2015

La Lupadraga e Clory 4, 19-39

Si parlò parecchio   per dei mesi
della strana scomparsa   del serpentone
all'immediato indomani   dell'incursione
fatale al famoso   filantropo Penisdragon.
Neppure una piccola   particella
del corpo era capitata   sott'occhio
agli inquirenti, indi   si inferiva
che (basti il bell'esempio   di Beowulf)
i due avessero duellato   in disparte,
ammazzandosi alla fine   a vicenda.
Evviva l'eroismo   dell'Estinto!
Già si metteva mano   al monumento;
una buona biografia    già c'era, bastava.
Un parto problematico   pose fine
alle convulsioni di Clory,   che chiamò
la bambina Beastrix   e la battezzò
in una liturgia là-per-là   con la Lupadraga.
Attesero un altro   anno, prima
di tornare a tempestare   la Terra.
Ognuno ormai,   ovviamente,
dava per defunto   il drago maledetto.

Alla Luminosa (...)